Osas – apnee notturne e roncopatie

Il dr. Luca Guarda Nardini fa parte del gruppo multidisciplinare di diagnosi e terapia del russamento e delle apnee del sonno dell’ Azienda Ospedaliera e Università di Padova

dr. Rosario Marchese-Ragona- Clinica Otorinolaringoiatrica.
dr. Luca Guarda-Nardini – Chirurgia Maxillo-Facciale.
dr. Andrea Vianello – Fisiopatologia Respiratoria

Hai problemi di russamento, sonno disturbato o di  apnee notturne e roncopatie?
Richiedi un consulto on-line assolutamente GRATUITO

COMPILA ATTENTAMENTE IL SEGUENTE TEST DI VALUTAZIONE

Nominativo (richiesto)

Data Nascita (richiesto)

Città (richiesto)

Professione (richiesto)

Email (richiesto)

Telefono

Che probabilità ha di appisolarsi o di addormentarsi nelle seguenti situazioni, indipendentemente dalla sensazione di stanchezza?
La domanda si riferisce alle usuali abitudini di vita nell’ultimo periodo.
Qualora non si sia trovato di recente in alcune delle situazioni elencate sotto, provi ad immaginare come si sentirebbe.

POSSIBILITA' DI ADDORMENTARSI (indica a che livello):

1) Guardando la TV:
Mai - (liv. 0) Raramente - (liv. 1) Spesso - (liv. 2) Sempre - (liv. 3) 

2) Seduto mentre leggo:
Mai - (liv. 0) Raramente - (liv. 1) Spesso - (liv. 2) Sempre - (liv. 3) 

3) Seduto mentre sono inattivo in posto pubblico:
Mai - (liv. 0) Raramente - (liv. 1) Spesso - (liv. 2) Sempre - (liv. 3) 

4) Il pomeriggio quando le circostanze lo permettono:
Mai - (liv. 0) Raramente Spesso - (liv. 2) Sempre - (liv. 3) 

5) In auto come passeggero in viaggio da almeno un'ora:
Mai - (liv. 0) Raramente - (liv. 1) Spesso - (liv. 2) Sempre - (liv. 3) 

6) Seduto dopo aver pranzato senza aver assunto bevande alcoliche:
Mai - (liv. 0) Raramente - (liv. 1) Spesso - (liv. 2) Sempre - (liv. 3) 

7) Seduto in una sala d'aspetto (dal medico, in stazione):
Mai - (liv. 0) Raramente - (liv. 1) Spesso - (liv. 2) Sempre - (liv. 3) 

8) In un auto, mentre si è fermi alcuni minuti nel traffico:
Mai - (liv. 0) Raramente - (liv. 1) Spesso - (liv. 2) Sempre - (liv. 3) 

Con l'aiuto del tuo partner seleziona la descrizione tipica che si manifesta durante la notte.

9) Pause della Respirazione Osservate:
Mai Raramente Quasi tutte le Settimane Quotidianamente 

10) Russare:
Mai Raramente Quasi tutte le Settimane Quotidianamente 

11) Sonno Interrotto o Agitato:
Mai Raramente Quasi tutte le Settimane Quotidianamente 

12) Svegliarsi Bruscamente:
Mai Raramente Quasi tutte le Settimane Quotidianamente 

13) Muovere gambe e piedi:
Mai Raramente Quasi tutte le Settimane Quotidianamente 

14) Difficoltà di Addormentarsi:
Mai Raramente Quasi tutte le Settimane Quotidianamente 

15) Emicrania notturna:
Mai Raramente Quasi tutte le Settimane Quotidianamente 

16) Sudorazione notturna:
Mai Raramente Quasi tutte le Settimane Quotidianamente 

17) Palpitazioni Cardiache:
Mai Raramente Quasi tutte le Settimane Quotidianamente 

18) Acidità di Stomaco:
Mai Raramente Quasi tutte le Settimane Quotidianamente 

19) Risveglio affaticato:
Mai Raramente Quasi tutte le Settimane Quotidianamente 

20) Secchezza della bocca al risveglio:
Mai Raramente Quasi tutte le Settimane Quotidianamente 

21) Altezza:
140-159 160-170 171-180 181-190 191-200 Oltre 200 

22) Peso:
40-59 60-70 71-80 81-90 91-105 Oltre 106 

23) Parere familiare:
Dormo tranquillo Il mio sonno è agitato Russo sovente Il mio russare è indisponente Il mio russare è insopportabile 

Informativa e Consenso al Trattamento dei Dati Personali

Accetto che i miei dati siano raccolti e trattati dal dr. Luca Guarda Nardini

 

OSAS - RONCOPATIE

IL TRATTAMENTO CHIRURGICO DELLE OSAS

La Sindrome delle Apnee Notturne Durante il Sonno (OSAS) è una malattia descritta per la prima volta nel 1965 come una alterazione patologica caratterizzata da  “pause” o interruzioni del normale respiro durante il sonno. L’OSAS è caratterizzata
– sul piano Fisiopatologico da: ripetuti episodi di ostruzione parziale (ipopnee)  o completa (apnee) delle prime vie aeree, durante il sonno, associari a cadute della ossiemia con conseguenti desaturazioni ossiemoglobiniche arteriose.
-sul piano Clinico da:  sonnolenza diurna, russamento notturno.
La Diagnosi viene eseguita mediante Polisonnografia  e nei casi prechirurgici mediante Sleependoscopy ( metodica di recente introduzione che ben definisce l’esatto sito anatomico di ostruzione).
La Terapia Osas comprende: Misure comportamentali, Ventilazione Meccanica ( CPAP- Gold Standard), Apparecchi Orali, Terapia Chirurgica.

Il Trattamento Chirurgico delle OSAS trova indicazione quando: La terapia Conservativa non è accettata,  esistono alterazioni  anatomiche documentate, non si prevedono complicanze chirurgiche

Linee Guida per Chirurgia OSAS:
Prerequisiti Clinici

– OSAS clinicamente importante (AHI>15 o AI>5, LSAT<90% e EDS)
(AI-Apnea Index; AHI- Apnea-Hypopnea Index; LSAT-Lowest oxyhemoglobine desaturation; EDS-Excessive daytime sleepiness)
-Trattamenti conservativi (CPAP), non applicabili, senza esito o non tollerati
-Pazienti clinicamente e psicologicamente stabili
-Pazienti desiderosi di sottoporsi a soluzione chirurgica
Se si devono trattare aree specifiche
– Eseguire trattamento chirurgico adeguato a quella specifica area
– Se è indicato il trattamento in più tempi, per prima correggere la zona più compromessa

OBIETTIVI DELLA CHIRURGIA OSAS:
-Migliorare qualità di vita
-Diminuire mortalità –morbilità
-Supplire fallimento terapia conservativa
-Rimuovere dipendenza CPAP

CONTROINDICAZIONI CHIRURGIA OSAS
-Grave  Obesità, Gravi alterazioni Polmonari, Gravi alterazioni Cardiologiche
-Psicopatici, Drogati o Alcolizzati
– Pazienti con aspettative irrealistiche o non motivati

CRITERI DI SUCCESSO CHIRURGICO
-Miglioramento  della qualità di vita con riduzione sintomatologia legata all’OSAS
-Ridurre l’Indice  Disturbi Respiratori (RDI) al di sotto di 20 e di  più del 50%
-Portare il livello di saturazione di Ossigeno al di sopra del 90%

TERAPIA CHIRURGICA
Fase I :- Settoplastica e/o Turbinectomia
-Tonsillectomia
-UPPP (uvolopalatofaringoplastica)
– Intervento Genioglosso/Ioide
– Riduzione Lingua
Fase II –  Rivalutazione
-Avanzamento Bimascellare     ( l’avanzamento bimascellare si è rivelato essere la migliore alternativa chirurgica alla tracheotomia, con efficacia terapeutica paragonabile alla CPAP)

osas5

UVULOPALATOFARINGOPLASTICA  – UPPP

osas6

RINOSETTOPLASTICA – TURBINECTOMIA

osas1

AVANZAMENTO MAXILLO-MANDIBOLARE CON GENIOPLASTICA
osas4

 

Pubblicazioni riguardanti “Osas – apnee notturne” eseguite dal dr. Guarda Nardini:

Intervento al convegno di Levico Terme 2014 “Russamento e Apnee Ostruttive nel sonno, cosa c’è di nuovo”

Per ulteriori informazioni contattare il dr. Guarda Nardini