Tossina Botulinica, Terapia e Bruxismo

La tossina botulinica è una proteina neurotossica prodotta dal batterio Clostridium botulinum.

È uno dei più potenti veleni naturali esistenti al mondo.
La tossina botulinica è un polipeptide a catena doppia. Agisce  attaccando  una delle proteine della giunzione neuromuscolare, impedendo il rilascio di acetilcolina dalle vescicole.
Inibendo il rilascio di questo neurotrasmettitore, la tossina interferisce con l’impulso nervoso e causa paralisi flaccida dei muscoli.

La tossina botulinica agisce inibendo la produzione del neurotrasmettitore acetilcolina: bloccandone il rilascio nei muscoli, non si manifestano rughe, spasmi o tic facciali.
Dal 1991 è invece utilizzata per il trattamento della spasticità , sia nell’adulto che nel bambino.

Gli usi della tossina botulinica per i quali sussiste approvazione variano molto da tipo di tossina, tipo di prodotto commercializzato e da paese a paese, anche all’interno dell’Unione Europea. Questo fa sì che spesso il suo utilizzo clinico sia di tipo off-label, anche se supportato dalla letteratura scientifica.
In Europa la tossina botulinica A è commercializzata sotto forma di quattro prodotti farmaceutici: Botox, Dysport, Xeomin e Vistabex..

 

 

Pubblicazioni riguardanti l’utilizzo della tossina botulinica eseguite dal dr. Guarda Nardini:

L’utilizzo della tossina botulinica nel trattamento della sindrome di Frey.

Trattamento della rinorrea gustativa da fistola rino-parotidea con tossina botulinica (Case Report)

L’utilizzo della tossina botulinica “tipo A” nel trattamento del bruxismo, nel serramento e dei dolori in regione temporo-mandibolare – dati preliminari-

Endoscopic diagnosis of rhino-parotid fistula and successful treatment with botulinum toxin

Type A Botulinum toxin in the treatment of bruxism, clenching and facial pain: Blinded placebo RCT

Efficacy of botulinum toxin in treating myofascial pain in bruxers: a controlled placebo pilot study

Unilateral masseter muscle hypertrophy: morphofunctional analysis of the relapse after treatment with botulinum toxin

Botulinum toxin in the treatment of bruxism

Type A Botulinum Toxin in the theatment of bruxism clenching and facial pain: randomized blinded placebo-controlled study

Myofascial Pain of the Jaw Muscles: Comparison of Short-Term Effectiveness of Botulinum Toxin Injections and Fascial Manipulation Technique

Correlation between self-reported and clinically based diagnoses of bruxism in temporomandibular disorders patients

 

Per ulteriori informazioni contattare il dr. Guarda Nardini